Guida alla scelta del box doccia

Come scegliere il box doccia perfetto?

 

La doccia è uno degli elementi chiave in bagno; consente infatti di rigenerarsi dopo una giornata di lavoro o di dare la giusta carica al mattino.

La scelta del box doccia non è però così scontata, dato che gli elementi da valutare sono molteplici: forma, dimensioni, materiali e tipologia di apertura.

Partiamo dalla forma, che dipende dal tipo di piatto doccia sul quale il box sarà installato. Si tratta di una scelta che va valutata con molta attenzione perchè da questa dipendono gran parte delle decisioni successive. 

Le forme più comuni sono quadrate, rettangolari o semicircolari per quanto riguarda i box doccia angolari, ma c'è anche la possibilità di installare un box doccia a centro stanza e optare quindi per un piatto doccia circolare.

Il passo successivo, strettamente legato al primo, riguarda le dimensioni del piatto doccia che equivalgono al perimetro del box doccia stesso. Negli ultimi anni il numero di dimensioni tra cui scegliere è aumentato notevolmente, permettendo così ad ognuno di scegliere l'ingombro perfetto per il proprio bagno.

 

box doccia novellini pesaro fano cattolica    showroom Arturo Mancini

  Un esempio di box doccia semicircolare marca Novellini

Si passa quindi alla scelta del materiale con cui è realizzato il box doccia.

I modelli più economici sono in acrilico, con pannelli solitamente semitrasparenti dai 2 ai 3 mm di spessore, mentre per prodotti di maggior impatto estetico consigliamo un box doccia in cristallo temperato; in questo caso lo spessore dei pannelli può variare dai 3 agli 8 mm.

La scelta di un box doccia in cristallo garantisce anche una maggiore sicurezza grazie alle caratteristiche del materiale che prima di essere venduto viene sottoposto ad una serie di lavorazioni che ne aumentano la resistenza. Un altro aspetto da non sottovalutare riguarda il fatto che i box doccia in cristallo vengono realizzati in maniera tale che in caso di rottura accidentale la lastra si frantumi in una miriade di frammenti molto piccoli e non taglienti.

Tutti questi elementi giustificano il costo maggiore del box doccia in cristallo rispetto all'acrilico, che rimane comunque un materiale valido ed ancora molto in uso.

 

box doccia cristallo pesaro fano cattolica

Un box doccia con pareti in cristallo della ditta 2.B


L'ultimo passo per la scelta del box doccia riguarda la tipologia di apertura, in questo caso le possibilità sono due: ante scorrevoli oppure a battente.

Nel primo caso si ha il vantaggio di eliminare l'ingombro dell'anta, soluzione consigliata soprattutto se si ha poco spazio all'interno del bagno o se si è in prossimità di una porta, un mobile o dei sanitari.

L'apertura con anta a battente è il modello più classico con cerniere alle quali viene fissata l'anta, che può essere aperta sia verso l'esterno che verso l'interno.

Anche in questa scelta occorre avere un occhio di riguardo per quanto riguarda la praticità: molto spesso, infatti, le ante scorrevoli risultano più difficili da pulire, soprattutto in alcuni punti che sono difficilmente raggiungibili sia quando l'anta è aperta che quando è chiusa.

 

box doccia novellini due ante pesaro fano cattolica

Un modello di box doccia Novellini a 2 ante battenti

 

Questa breve guida può esservi utile per avere le idee un po' piu chiare nel momento in cui dovrete scegliere il box doccia per la vostra casa.

Per maggiori informazioni e per capire la soluzione più adatta a voi vi invitiamo a rivolgervi ai nostri showroom di Pesaro, Fano e Cattolica.

Richiedi informazioni

 

Altri articoli consigliati

Sistema revolution di Novellini

Closer di Zucchetti

Dynamo Rainbow di Cristina 

 

Articoli correlati
Scarica subito il tuo buono sconto!
visita il nostro blog
Sfoglia il Prontuario Siderurgia
Sfoglia il catalogo Termoidraulica
Scarica subito il tuo buono sconto!
visita il nostro blog
Sfoglia il Prontuario Siderurgia
Sfoglia il catalogo Termoidraulica