Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali

Agevolazioni fiscali: come usufruirne?

 

Buone notizie per chi ha in mente di intervenire sulla propria abitazione con interventi di ristrutturazione o per chi vuole migliorarne l’efficienza energetica.

Il governo ha infatti prolungato per tutto il 2015 le agevolazioni fiscali del 65% per interventi di riqualificazione energetica e del 50% per lavori di ristrutturazione edilizia.

Vediamo ora nello specifico il funzionamento:

- La detrazione del 65% si applica all’Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) o all’Ires (imposta sul reddito delle società) e riguarda interventi per la riduzione del fabbisogno energetico dell’abitazione, per il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre, infissi), installazione di pannelli solari e sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Per ottenere la detrazione è necessario che gli interventi vengano realizzati su edifici esistenti.

edilizia Arturo Mancini

L’importo massimo della detrazione varia a seconda della tipologia di intervento; si passa dai 100.000 euro per la riqualificazione energetica di edifici esistenti ai 30.000 euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Inoltre, la detrazione deve essere obbligatoriamente suddivisa in 10 rate annuali di pari importo.

ristrutturazione appartamento

 

- La detrazione Irpef del 50% riguarda invece l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, in questo campo rientrano anche le stufe a pellet, sempre più utilizzate come sistema di riscaldamento alternativo al gas; è quindi fondamentale realizzare una ristrutturazione edilizia ed acquistare i beni oggetto della detrazione successivamente alla data di inizio dei lavori.

I lavori che rientrano all’interno di questo bonus sono quelli di manutenzione straordinaria (rifacimento dei bagni, costruzione delle scale, installazione di un ascensore), ristrutturazione edilizia (apertura di nuove porte o finestre, realizzazione di una mansarda o di un balcone, modifica della facciata) oppure manutenzione ordinaria su parti condominiali (tinteggiatura, sostituzione pavimenti, rifacimento intonaci).

L’importo massimo a cui applicare la detrazione è di 10.000 euro per unità immobiliare (per lavori su più unità immobiliari è possibile ottenere più volte il bonus) ed anche in questo caso la detrazione deve essere suddivisa in 10 rate annuali di pari importo.

 

Altri articoli consigliati

Nuova lastra Acquapanel Skylite

Isolamento termico e acustico

Articoli correlati
Scarica subito il tuo buono sconto!
visita il nostro blog
Sfoglia il Prontuario Siderurgia
Sfoglia il catalogo Termoidraulica
Scarica subito il tuo buono sconto!
visita il nostro blog
Sfoglia il Prontuario Siderurgia
Sfoglia il catalogo Termoidraulica